Trigliceridi: che cosa sono e a cosa servono?

Pubblicato il 16/02/2021 - Nella categoria Notizie di salute a cura di Teriaka.it

I trigliceridi costituiscono il principale componente del tessuto adiposo, ossia sono molecole di grasso presenti nel sangue. I trigliceridi vengono accumulati come fonte energetica (tramite un complesso meccanismo il nostro organismo trasforma gli zuccheri e i grassi in trigliceridi), inoltre hanno la funzione di isolante termico proteggendoci anche dalle basse temperature. Gran parte dei trigliceridi presenti nel sangue proviene dalla dieta, mentre solo una piccolissima quota viene prodotta dal fegato. Quando nella dieta vengono assunte elevate quantità di grassi e zuccheri anche i trigliceridi risulteranno più elevati.

Quali sono le conseguenze dei trigliceridi alti?

Un elevato Livello di trigliceridi comporta anche un maggior rischio di malattie cardiovascolari favorendo infatti l'insorgenza e la predisposizione verso ictus, aterosclerosi, infarto cardiaco.

Come conoscere i valori dei trigliceridi

Conoscere il valore ed il livello dei trigliceridi (trigliceridemia) è molto semplice. Basta infatti sottoporsi ad un prelievo venoso e nell'arco di poche ore si potrà conoscerne il livello. Prima dell'esame si consiglia almeno per le 12 ore precedenti di seguire una dieta leggera.

  • Valori ottimali sono sotto i 100 mg/dl ma in generale nei soggetti in buono stato di salute il valore è compreso tra 50-150 mg/dl;
  • Valori compresi nel range tra 150-200mg/dl sono da considerarsi moderatamente alti (al limite) e rappresentano un primo segnale di attenzione per correggere le proprie abitudini;
  • Valori compresi tra 200-400mg/dl sono da considerarsi alti;
  • Valori oltre i 400mgg/dl sono da considerarsi altissimi con elevato rischio cardiovascolare.

Per una migliore Valutazione della trigliceridemia le analisi dei trigliceridi sono da affiancarsi a quelle per i livelli di colesterolo totale, HDL (colesterolo buono) e LDL (colesterolo cattivo) così da poter avere un quadro più dettagliato del rischio cardiovascolare.

Nella valutazione del rischio bisogna però tener sempre conto anche di quelli che sono i farmaci che possono indurre alterazione di tali livelli quali:

  • Estrogeni;
  • Compresse Anticoncezionali;
  • Colestiramina;
  • Beta Bloccanti;
  • Alcuni Antipsicotici.

Quali sono le cause dell'ipertrigliceridemia

Tra le cause maggiormente associate all'ipertrigliceridemia abbiamo:

  • Familiarità;
  • Obesità e sovrappeso;
  • Sindrome Metabolica;
  • Largo consumo di bevande alcoliche e/o eccessivo consumo di cibi ad elevato contenuto calorico soprattutto se a base di zuccheri e grassi;
  • Ipotiroidismo;
  • Diabete Mellito di tipo 2;
  • Alterazione nella funzionalità epatica del pancreas e del rene;
  • Farmaci come estrogeni, beta-bloccanti, steroidi etc.

Prodotti per abbassare il livello di trigliceridi

Ecco dei prodotti consigliati da Teriaka per abbassare il livello di trigliceridi:

Benefibra Buste

Benefibra buste liquide

Integratore alimentare a base di fibra vegetale con un elevato contenuto di fibra che favorisce l'equilibrio della flora batterica intestinale.

Psyllogel Fibra

Psyllogel Fibra

Integratore adatto per favorire la regolarità del transito intestinale, l'equilibrio della flora batterica intestinale e a rallentare l'assorbimento dei nutrienti e favorire il metabolismo di carboidrati e lipidi.

Pure Encapsulation Omega 3 Epa-DHA

Pure Encapsulation Omega 3

Integratore alimentare ipoallergenico a base di omega-3 EPA e DHA, acidi grassi essenziali per il benessere cardiovascolare.

Multicentrum MyOmega Integratore Omega 3

Integratore di 2 Omega EPA e DHA che contribuiscono alla normale funzione cardiaca, al mantenimento della normale funzione cerebrale, al mantenimento della normale capacità visiva.

Come abbassare i livelli di trigliceridi ?

Abbassare i livelli di trigliceridi si può, specie ritrovando uno stile di vita sano ed equilibrato, associandolo anche ad integratori quali antiossidanti o ad elevato contenuto di Omega - 3 ,sebbene ricordiamo che nelle situazioni più gravi sentendo il parere del proprio medico si renderà necessario il ricorso a farmaci specifici.

Tra gli espedienti per abbassare i livelli di trigliceridi abbiamo sicuramente associati ad una sana e corretta alimentazione e sport. E inoltre:

  • Consumo di fibra alimentare capace di rallentare l'assorbimento dei grassi si possono assumere sia mediante l'alimentazione con verdura (cruda e cotta) e legumi sia tramite specifici integratori;
  • Consumo di Omega-3 contenuti sia  nel pesce in particolare (sarde, sgombro, salmone, aringa, tonno, alghe) gli Omega-3 se da un lato abbassano il tasso di trigliceridi dall'altro esercitano un'azione antitrombotica in alcuni soggetti sono in grado di normalizzare il battito cardiaco, sia in taluni integratori;
  • Consumo di Antiossidanti che proteggono dallo stress ossidativo indotto dai radicali liberi tra gli alimenti antiossidanti ricordiamo frutta e verdure di colore rosso/arancione (albicocche, pomodori,peperoni,pesche) ricchi in vitamina A ; agrumi, kiwi lattuga ricchi in vitamina C; Sesamo,Avocado ad alto contenuto di Vitamina E .