Ovaio policistico: cause, sintomi e rimedi

Pubblicato il 03/08/2021 - Nella categoria Notizie di salute a cura di Teriaka.it

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) conosciuta anche come sindrome di Stein-Leventhal, colpisce le donne con un'incidenza che si assesta tra il 5-10% essa ha origine nel periodo puberale ed è ad oggi considerata l'alterazione endocrina più comune nella donna in età fertile.

Conseguenze dell'ovaio policistico

Le donne nelle quali tale sindrome dell'ovaio policistico va a presentarsi presentano non pochi problemi sia a livello sia metabolico che riproduttivo, come principale caratteristica si ha l'ingrossamento delle ovaie, con presenza di cisti ovariche multiple (dal diametro compreso tra i 2-6mm), comparsa di fenomeni quali iperandrogenismo, resistenza all’insulina ed iperinsulinemia.

Ovaio policistico: quali sono le cause?

La causa scatenante di tale sindrome non è stata ancora del tutto chiarita quello che si può asserire ad oggi con certezza è che sia ad ogni modo strettamente correlata ad una complessa alterazione funzionale del sistema riproduttivo con aumento degli androgeni (ormoni maschili) da cui originano quelli che sono i sintomi più comuni.

Quali sono i sintomi della PCOS ?

I Sintomi più comuni che si manifestano con la PCOS sono sicuramente 

  • Irsutismo (eccesso di peluria su viso e corpo);
  • Obesità;
  • Alopecia androgenetica (acne e calvizie di tipo maschile);
  • Disturbi mestruali (mestruazioni irregolari, assenza di mestruazioni per più mesi, cicli scarsi o prolungati);
  • Capelli fragili;
  • Apnea notturna - difficoltà a respirare durante il sonno;
  • Difficoltà a concepire;
  • Pelle acneica o grassa;
  • Cambiamenti dell'umore, inclusi ansia e depressione.

Come si diagnostica?

La diagnosi non sempre è semplice da realizzare specie per le adolescenti in quanto durante la pubertà i cambiamenti fisiologici ad essa correlati come ad esempio l'iperandrogenismo o irregolarità mestruale possono essere confusi con i sintomi della PCOS.

Nel caso in cui il medico sospetti che una paziente possa essere affetta da sindrome dell'ovaio policistico potrà servirsi di esami specifici per la diagnosi della stessa. Normalmente le indagini per diagnosticare e identificare se è presente la PCOS si richiede che siano presenti almeno 2/3 sintomi tra cui:

  • Disfunzione ovulatoria con irregolarità mestruali.
  • Evidenza clinica o biochimica di iperandrogenismo.
  • Evidenza ecografica che vada a mostrare la presenza di 10 o più follicoli per ovaio (rilevazione eseguita tramite ecografia pelvica).

Inoltre tra gli esami a cui ci si può affidare per la diagnostica annoveriamo:

  • Test di gravidanza;
  • Misurazione dei livelli di testosterone totale sierico;
  • Misurazione dei livelli del FSH;
  • Misurazione dei livelli della prolattina;
  • Misurazione dei livelli dell'ormone stimolante la tiroide;
  • Ecografia pelvica per escludere altre possibili cause dei sintomi;
  • Il testosterone libero sierico è più sensibile del testosterone totale ma è tecnicamente più difficile da misurare 

Laddove gli esami biochimici andassero a riscontrare livelli di testosterone normali o lievemente aumentati e livelli di FSH normali o lievemente diminuiti questi esami andrebbero quindi a suggerire una sindrome dell'ovaio policistico.

Quali sono i possibili trattamenti per la sindrome dell'ovaio policistico?

Per il trattamento della sindrome dell'ovaio policistico ci si potrà rivolgere al proprio medico il quale andrà ad individuare quella che può essere la terapia farmacologica più mirata per il trattamento.

Oltre ai farmaci si consiglia di adattare degli stili di vita sani e corretti atti ad aiutare la prevenzione della condizione clinica stessa.

In primis rimane importantissimo un costante esercizio fisico come ad esempio anche una semplice passeggiata a passo svelto molto importante per ridurre la resistenza insulinica.

Evitare l'aumento di peso sia mediante esercizi fisici che una corretta alimentazione le donne che soffrono di PCOS andranno infatti facilmente incontro ad un aumento di peso per questo motivo si consiglia di rivolgersi ad un nutrizionista per seguire un corretto piano alimentare.

Ovaio policistico: quale alimentazione seguire?

In generale gli alimenti da preferire sono:

  • Carboidrati complessi come cereali integrali e legumi;
  • Cibi contenenti acidi grassi omega 3 come olio di oliva, tonno e sgombro;
  • Frutta e verdura, da consumare almeno 5 volte al giorno la perdita di peso comporterà infatti come conseguenza una riduzione dei livelli di insulina, di SHBG e di estrogeni.

Questi piccoli accorgimenti possono sicuramente andare ad aiutare quello che è un ripristino dell'ovulazione o comunque andare a favorire l’effetto dei farmaci utilizzati per l'induzione dell'ovulazione.

Quali integratori sono utili per la Sindrome dell'ovaio policistico?

Gli integratori utilizzati sempre sotto controllo ed indicazione del proprio Ginecologo o medico possono aiutare a ridurre quelli che sono alcuni dei sintomi della PCOS tra gli integratori che trovano maggiore impiego ed utilizzo abbiamo sicuramente quelli a base di:

  • Myo-inositolo e il D-chiro-inositolo stimolano l’ovulazione aiutando nella regolarizzandone del ciclo mestruale e riduzione della secrezione di ormoni androgeni con miglioramento della fertilità;
  • Acido folico in sinergia con l'inositolo può migliorare la fertilità, migliorando la sensibilità all'insulina.
Kirocomplex 20 Compresse Integratore per Ovaio Policistico e Regolarità del Ciclo Mestruale

Kirocomplex 20 Compresse Integratore per Ovaio Policistico e Regolarità del Ciclo Mestruale

Kirocomplex è un integratore alimentare utilizzato nei disturbi quali Ovaio Policistico e per la Regolarità del Ciclo Mestruale.

Inofert HP Integratore Funzionalità Ovarica 20 Bustine

Inofert HP Integratore Funzionalità Ovarica 20 Bustine

Inofert HP è un integratore alimentare appositamente formulato migliorare la funzionalità ovarica.

integratore alimentare specificatamente formulato per la regolarizzazione della funzionalità ovarica largamente utilizzato nella sindrome dell'ovaio polistico.

Inofolic Integratore Ovaio Policistico e Regolarità Ciclo Mestruale 20 Buste

integratore alimentare specificatamente formulato per la regolarizzazione della funzionalità ovarica largamente utilizzato nella sindrome dell'ovaio polistico.

Chirofol 1000 integratore Per Fertitilà e ovaio Policistico 16 compresse

Chirofol 1000 integratore Per Fertitilà e ovaio Policistico 16 compresse

Integratore alimentare per disturbi associati a condizioni di insulino-resistenza come la Sindrome dell'ovaio policistico, irsutismo, alopecia androgenetica, diabete di tipo II in condizioni di insulino-resistenza.

Agnocasto agisce andando a migliorare la fertilità contribuendo alla regolarizzazione del ciclo mestruale.

Serenoa Repens grazie alla sua capacità di ridurre la produzione di androgeni in particolare agendo sull'inibizione della conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT)

Proevo 500 Integratore Prostata e Vie Urinarie 18buste Eberlife

Proevo 500 Integratore Prostata e Vie Urinarie 18buste Eberlife

Integratore alimentare a base di microcapsule di Serenoa ed altri attivi utile per Prostatiti, IPB, Dolore pelvico cronico, Urgenza minzionale.